Centri anti-fumo
Sei in Home > Canale Estetica > Centri anti-fumo > Smettere: come
Smettere: come

Conoscere ciò che si introduce

Come farsi aiutare e smettere

Solo chi non ha mai avuto il vizio di fumare può pensare che per chiudere con il tabacco sia sufficiente la forza di volontà. I fatti dimostrano che il tabacco è assimilabile ad una droga e quindi comporta una vera e propria dipendenza. Una volta che l'organismo comincia ad avere bisogno della nicotina non si riesce più a fumare "quando si vuole".

La dipendenza dal fumo è una cosa soggettiva, dipendente dalle condizioni fisiche e dal carattere del fumatore. Fondamentalmente esistono due tipi di astinenza nei quali si riscontrano tutti i fumatori: dipendenza farmacologica e dipendenza psicologia.

Dipendenza farmacologica
E' causata dalla ripetuta assunzione di una determinata sostanza (in questo caso la nicotina). Nel momento in cui questa sostanza viene a mancare, si innesca una crisi di astinenza che ha come conseguenze degli attacchi d'ansia ed irritabilità, difficoltà di concentrazione, sonnolenza, depressione e aumento della fame.

Dipendenza psicologica
Una delle maggiori difficoltà per chi vuole smettere di fumare è la ritualità e la gestualità, soprattutto se l'abitudine è radicata nel tempo.
In questo tipo di dipendenza, sono coinvolti fattori individuali come la ricerca di atteggiamenti per darsi contegno, la ricerca di un piacere, di un calmante ed il portare un qualcosa alla bocca come gesto dalla forte componente inconscia.

Le crisi di astinenza

Smettendo di assumere la nicotina, si possono presentare sintomi dovuti all´astinenza. Per la maggior parte questi sintomi sono controllabili e scompaiono dopo 7-10 giorni.

I sintomi possono essere:

· Comportamento lunatico
È causato dal fatto che l´organismo era abituato alla leggera euforia data dalla nicotina. L'astinenza può dunque causare irritabilità, ansia, irascibilità o frustrazione.
Per contrastare queste reazioni possono essere efficaci gli esercizi di rilassamento ed anche la terapia sostitutiva con nicotina.

· Disturbi del sonno
L'organismo senza nicotina fa più fatica a contrastare l´effetto della caffeina. Si dovrebbe quindi cercare di ridurne il consumo.

· Stitichezza
Potrebbe essere causata dal fatto che la nicotina stimola l'intestino e quindi bisognerebbe cercare di mangiare più frutta e verdura, che contengono fibre.

· Tosse
È causata dal fatto che i polmoni si stanno purificando e diventano più sani. Si può arrecare sollievo alla gola bevendo acqua o succhiando caramelle per la tosse.

· Desiderio di masticare
Per compensare l´astinenza, molte persone sentono la continua necessità di masticare. Questa esigenza può essere placata da sostituti salutari come gomme da masticare senza zucchero o carote che possono aiutare ad evitare caramelle e dolci. Può essere altrettanto utile bere molta acqua e fare respiri profondi.

· Bisogno compulsivo di nicotina
Quando si sente l´irrefrenabile desiderio di fumare, ci si dovrebbe impegnare in un'altra attività per distogliersi dal desiderio.

Bisogna ricordare che questi sono tutti sintomi passeggeri e sono segnali di recupero.

Alterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costitutte in citta'tutte in provinciaCanale esteticaCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale sportTorna all'homepageI numeri del tabagismoIl tabacco: conosciamoloLe sostanze dannoseDipendenza da nicotinaSmettere: i vantaggiI danni alla saluteI rischi del fumo passivoI farmaci anti-fumo