Sei in Home > Canale Bellezza > Inestetismi
Inestetismi

Inestetismi della pelle

Couperose

La couperose è un inestetismo comune, ma poco conosciuto, che colpisce il volto e che consiste nella dilatazione dei capillari e delle venule delle guance e del naso. Ne risulta la comparsa sul viso di fini capillari ("teleangectasie"), spesso accompagnati da un rossore diffuso.
L'evoluzione ancora più sgradevole è costituita dalla rosacea, cioé dalla presenza di papule e pustole. In alcuni casi, la couperose può comparire anche su collo, torace, cuoio capelluto e orecchie, e può arrivare fino all'ingrandimento delle ghiandole sebacee del naso (rinofima).
In molti pazienti, infine, la couperose colpisce anche gli occhi, che lacrimano ed appaiono irritati e iniettati di sangue.
A causa di tutti questi pesanti effetti visivi, che alterano considerevolmente l’aspetto fisico, la couperose può causare problemi significativi alla persona, sia dal punto di vista psicologico che sociale.

La vera causa della couperose risulta attualmente ancora sconosciuta.
Sappiamo però che alla base delle alterazioni cutanee che la causano c'è la vasodilatazione, ossia un'abnorme risposta a determinati stimoli esterni (fisici, chimici, emotivi), che a propria volta deriva da un'ipersensibilità individuale del paziente, che infatti risulta spesso intollerante a qualunque tipo di cosmetico.
Per curare il disturbo in modo efficace, i peeling ed i prodotti antiage tradizionali a base di acido glicolico e retinoico sono poco indicati. E' invece fondamentale intervenire sul paziente bloccando la vasodilatazione ("flush"): a tal fine si consiglia l'evitamento di tutti i fattori scatenanti (sole, vento, cibi e bevande calde, cibi piccanti, ecc) in abbinamento con farmaci specifici che solo il dermatologo può consigliare in funzione del singolo caso.
In particolare - visto che le forme di couperose possono essere anche molto variabili da soggetto a soggetto - è opportuno rivolgersi tempestivamente al dermatologo in corrispondenza dell’insorgere di uno o più dei seguenti sintomi:
* Rossore diffuso su guance, naso, mento o fronte. Questo sintomo, che può avere anche periodi di maggior o minor intensità, rappresenta spesso il primissimo segnale dell’insorgenza del disturbo;
* Piccoli versamenti di sangue visibili sul viso.
* Gonfiori o bollicine sul viso. Possono essere rassomiglianti alle pustole dell’acne, ma in questo caso sono assenti i comedoni e può invece esserci bruciore
* Occhi irritati o che lacrimano (“couperose oculare”). Le palpebre possono arrossarsi e gonfiarsi, e spesso insorgono orzaioli. I casi più gravi, se non curati, possono arrivare a provocare danni corneali e attenuazioni della vista.
* Secchezza estrema della pelle, soprattutto nella zona centrale del viso.

Normalmente, il dermatologo prescrive un iniziale trattamento a base di antibiotici e prodotti ad uso topico per riportare la condizione sotto controllo, a cui fa seguito un utilizzo della terapia topica per un lungo periodo.

L’impiego del laser, della luce pulsata e di tecniche chirurgiche può essere utile per rimuovere i versamenti di sangue e le vesciche, ridurre il rossore esteso o correggere le deformazioni del naso.
La couperose oculare va trattata con antibiotici orali e altre terapie.
centri anti fumocapellicentri dimagrimentopodologiasaune e bagni turchimassaggi estetico-curativisolarium centerscentri esteticiSPA e beauty farmsAlterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costiCanale BellezzaCanale attrezzature tecnicheCanale sportCanale medicinaCanale alimentazioneGambe in formaAbbronzarsi in sicurezzaPeso formaSmettere di fumareMassaggioTorna all'homepageTrattamenti anti eta'Consigli di bellezza