Sei in Home > Canale Bellezza > Smettere di fumare
Smettere di fumare
Smettere: un'esperienza esaltante! | I benefici immediati e nel tempo

Smettere: un'esperienza esaltante!

I metodi collaudati, come e perché

Chiudere definitivamente con il tabacco può non essere facile, ma è sempre possibile, guadagnandoci in salute e in quattrini! Si è davanti ad una esperienza meravigliosa: liberarsi della schiavitù e riscoprire di essere i padroni di sé stessi.

Solo chi non ha mai avuto il vizio di fumare può pensare che per chiudere con il tabacco sia sufficiente la forza di volontà. I fatti dimostrano che il tabacco è assimilabile ad una droga e quindi comporta una vera e propria dipendenza. Una volta che l'organismo comincia ad avere bisogno della nicotina non si riesce più a fumare "quando si vuole".

Per molti anni spesso il fumatore non si pone nessun problema, poi un bel giorno si prende coscienza che il fumo comporta rischi. Si dice a se stessi che si vorrebbe smettere ma non subito. Poi arriva il giorno in cui ci si rende conto che il fumo è un pericolo reale e si passa all'azione. E arriva il giorno in cui si spegne l'ultima sigaretta. Il problema è, dopo questo momento, resistere. Da questo momento in poi arriva la fase veramente difficile.

Stime affermano che il 55-60% ricade nel vizio del fumo entro 3 mesi e il 75% in sei mesi. Ciò è dovuto in gran parte ai sintomi di astinenza da mancanza di nicotina. In media si smette 4-5 volte prima di smettere del tutto. Ma è da capire che ogni tentativo è un passo fatto nella direzione verso la vincita contro il fumo! Per rafforzare la propria motivazione è utile continuare ad informarsi sui danni che provoca il fumo e i benefici che apporta invece smettere. Di solito è preferibile smettere di colpo. Sostegni utili possono essere vedersi con un medico e frequentare un centro antifumo.

Consigli per combattere i sintomi dell'astinenza possono essere:
-
nel momento che si ha voglia di fumare dedicarsi ad un'altra attività, bere un bicchiere d'acqua o mangiare una caramella, lavarsi i denti; se ci si sente nervosi farsi una passeggiata, una doccia, fare sport;
- per il senso di depressione parlare con una persona o qualche attività manuale, evitare alcool e caffé, evitare cibi troppo calorici.

Il fumo provoca poco piacere perché non si contrae il vizio al punto che l'organismo sopporti il gusto acre, il senso di bruciore e di secchezza di gola, pur di avere il modesto effetto narcotico del tabacco. Se si riuscisse a non fumare per 24 ore e poi si riaccendesse una sigaretta, ci si accorgerebbe quanto sgradevole e nauseabondo sia il realtà il fumo. Si pensi al giorno in cui si fumò la prima sigaretta. Che sapore aveva? Gassoso, forte, pungente, vero? Eppure è proprio a questo trattamento che si sottopone l'organismo tutte le volte che si fuma.

Ma il tabacco soddisfa veramente, così come un buon pasto quando si ha fame o indossare un indumento pesante quando si ha freddo? Si sa bene che non è così. Mentre si fuma si sa che presto se ne vorrà un'altra. Perché? Dopo avere fugacemente stimolato, il fumo deprime per un periodo molto più lungo, ovvero rallenta artificialmente l'attività normale dell'organismo. E così si sente il bisogno di fumare perché l'organismo si è abituato a subire con una certa frequenza questo effetto deprimente.

Quando si smette di fumare il cibo ha un sapore migliore, si comincerà a sentire nuovamente l'odore del mondo che ci circonda, ci si sentirà molto meno nervosi dopo un primo periodo di adattamento (circa una settimana) e ci si stupirà di vedere quante difficoltà si possono affrontare e superare senza aver bisogno di una sigaretta. Ci si sentirà più calmi, più padroni di se stessi e sembrerà che la giornata abbia un maggior numero di ore, ci si sentirà di avere molta più energia. Una volta smesso, non ci si conceda di tanto in tanto una sigaretta : questo manterrà vivo il desiderio di fumare.

Quando tra sei mesi o tra sei anni qualcuno vi offrirà una sigaretta, la rifiuterete, ma non in tono difensivo. Direte: grazie...prima fumavo, ma ho smesso. E gli altri guarderanno con invidia, come una matricola guarda un laureando che ha superato tutti gli esami. Oltre a tutti gli altri piaceri fisici che il non fumare procura, vi accorgerete che mezza giornata e poi un giorno e poi due giorni senza fumare vi daranno un improvviso senso di libertà, d'indipendenza.

Liberatevi di questo subdolo assassino, non dimenticatevene volontariamente. Colui che fuma sigarette deve, come qualsiasi altro individuo, valutare il rischio che corre rispetto al piacere mentale che trae dal fumo e fare la sua scelta, sapendo con certezza che il rischio è alto e ci sono vari altri modi per trarre piacere, anche in quei momenti in cui si decide di accenderne una.

Per visualizzare la sezione dedicata ai centri antifumo clicca qui.
centri anti fumocapellicentri dimagrimentopodologiasaune e bagni turchimassaggi estetico-curativisolarium centerscentri esteticiSPA e beauty farmsAlterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costiCanale BellezzaCanale attrezzature tecnicheCanale sportCanale medicinaCanale alimentazioneTorna all'homepageConsigli di bellezzaMassaggioGambe in formaTrattamenti anti etąPeso formaAbbronzarsi in sicurezza