chirurgia plastica
Sei in Home > Canale Medicina > Chirurgia plastica
Editoriale
Con tecniche sempre nuove e sempre meno invasive, la chirurgia estetica lusinga il desiderio di cancellare i segni del tempo. Ma non tutto si può ottenere, certo...
Nel corso degli anni l'attenzione si è focalizzata su metodiche che consentono di ottenere risultati durevoli nel tempo e caratterizzati da un più rapido decorso post-operatorio: laser di ultima generazione, tecniche miniinvasive ed endoscopiche hanno fatto grandi passi in avanti.
Sempre più attenzione viene posta all'armonia del lineamento e alle proporzioni del singolo, abbandonando la spasmodica ricerca del modello ideale di bellezza.
Un grande aiuto per la pianificazione dell'intervento e del risultato è inoltre fornito dal morphing, l'elaborazione dell'immagine al computer, che consente di pianificare il risultato desiderato assieme al chirurgo plastico. Tale strumento, se ben utilizzato - non a scopo illusorio, ma illustrativo di benefici e limiti della tecnica - è un grande supporto sia per il paziente che per il medico.
Quello che però vi invitiamo a non dimenticarvi mai è che un intervento di questo tipo è sempre e comunque un'operazione chirurgica, e come tale comporta delle percentuali di rischio che solo un medico esperto può controllare e prevenire con competenza. Visto poi che il risultato si suppone definitivo, e che i costi non sono esattamente "contenuti"... beh, il consiglio è INFORMATEVI più possibile e non tenetvi dentro nessuna delle domande che vi verrà da porre al chirurgo, perché poi potreste pentirvene amaramente!
Tra l'altro più domande ponete, più il dottore sarà in grado di capire cosa desiderate...

I trattamenti
Illustriamo brevemente le diverse applicazioni della chirurgia estetica per avere una panoramica sulle tecniche più usate, che potete comunque approfondire singolarmente. Abbiamo racchiuso sotto la definizione di dismorfie del volto tutti quegli interventi che (appunto) vengono operati sul viso: per citare i più importanti: il lifting, l'otoplastica (orecchi), la blefaroplastica (occhi), l'intervento agli zigomi, la rinoplastica (naso), la bocca e il mento. Ci sono poi i differenti interventi al seno, sia in termini additivi che riduttivi, come pure rimodellanti e (nei casi più gravi) di costruzione e/o ricostruzione. C'è pure la liposuzione, che consente di asportare i pannicoli adiposi localizzati nelle zone alte delle gambe (soprattutto femminili) e l'addominoplastica che fa la stessa cosa sui fianchi (le cosiddette "maniglie dell'amore", più comuni nei maschi).
Un altro campo di applicazione particolarmente caro ai maschi (perché in percentuale subiscono molto più incisivamente questo problema) è quello legato all'auto-trapianto di capelli, mentre di dimensioni assolutamente paritarie paiono essere la chirurgia del polpaccio (per dargli una forma più armonica) e la rimozione dei tatuaggi, aumentata in modo esponenziale con l'esplosione della "moda" opposta soprattutto tra i giovanissimi...
Se poi vi fa paura o semplicemente vi preoccupa l'idea di un intervento chirurgico, sappiate che parecchi dei trattamenti sopra descritti possono essere degnamente sostituiti dai sempre più numerosi e innovativi trattamenti non chirurgici, che utilizzano principalmente del laser e/o di iniezioni con specifiche sostanze come il botox.

tutti i centri di chirurgia estetica in citta'
tutti i centri di chirurgia estetica in provincia
Beautyfit per il sociale
Alterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costimedicina sportivamedicina naturaledietologiadermatologiaestetica dentaleOrtopediaOmeopatiaCanale medicinaCanale shoppingCanale alimentazioneCanale sportCanale esteticaTorna all'homepageRimozione dei tatuaggiChirurgia del polpaccioTrapianto dei capelliAddominoplasticaLiposuzioneChirurgia del senoDismorfie del volto