Dietologia
Sei in Home > Canale Medicina > Dietologia > Obesità
Obesità

Il problema obesità

Dei dati allarmanti

Per obesità si intende quella condizione che si verifica quando abbiamo un eccesso di massa grassa che oscilla intorno al 17% nel maschio e 25% nella donna. La massa grassa è composta da soli lipidi; si differenzia dal tessuto adiposo che è composto oltre che da lipidi anche da acqua (14%) e proteine (2%).

Il problema dell’obesità è uno dei più discussi di questi tempi in ragione del numero impressionante di persone che ne sono affette.

I dati statistici ci informano infatti che nel nostro Paese gli obesi sono circa 6 milioni, di cui un milione in forma grave (ossia con un indice di massa corporea superiore a 40), e che un gran numero di questi sono bambini e giovani.

Spesso si desidera dimagrire per motivi di carattere estetico, dimenticando che il conseguimento, o il mantenimento, del peso ideale è un obiettivo da perseguire soprattutto per ragioni di salute. Numerosi studi hanno infatti dimostrato senza possibilità di errore che la condizione di sovrappeso e/o obesità è un importante fattore di rischio per molte malattie e determina un reale aumento del tasso di mortalità.

Le patologie in cui si riscontra una quantità superiore di lipidi nel sangue, glicemia alta, pressione alta sono tutte altamente correlate con i chili di troppo. Il sovrappeso, e ancor più l'obesità, inoltre, accelerano o aggravano lo sviluppo di malattie cardiache e diabete; possono indurre difficoltà respiratorie, problemi al fegato e una maggiore sensibilità alle infezioni

Esiste inoltre una relazione dimostrata tra obesità e usura dell'apparato osteoarticolare, con comparsa o aggravamento dell'artrosi.

L'obesità, infine, aumenta il rischio di contrarre alcuni tipi di tumori, soprattutto quelli femminili (mammella e ovaio).

Non vi sono dubbi quindi sull'importanza di mantenere il peso-forma per migliorare la probabilità di rimanere in buona salute e di vivere più a lungo.

Non a caso la definizione di peso corporeo ideale, cioè del peso che viene unanimemente considerato ottimale o auspicabile in rapporto all'altezza, all'età e alla costituzione fisica, è "il peso corporeo che determina la massima aspettativa di vita".

Un parametro da tenere sotto controllo

La circonferenza della vita è un fattore di rischio per la pressione alta. Come ha dimostrato un recente studio pubblicato sulla rivista "Hypertension", infatti, "il grasso viscerale che si accumula dentro e intorno all'addome interferisce con il metabolismo dei lipidi e degli zuccheri, provocando veri e propri scompensi metabolici che favoriscono sia la resistenza all'insulina, l'ormone che trasforma gli zuccheri, sia l'innalzamento della pressione".

Ecco, allora, un elemento pratico su cui basare le vostre valutazioni: la circonferenza vita non deve superare i 102 centimetri negli uomini e gli 88 centimetri nelle donne.

Alterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costitutti in provinciatutti in citta'Canale medicinaCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale esteticaCanale sportTorna all'homepageMagrezza patologicaDisturbi alimentariRimodellamentoDietologia per lo sportMenopausa e dietaDepurazioneGravidanza e dieta