centri fitness e palestre
Sei in Home > Canale Sport > Danza > Danza moderna
Danza moderna

Danza moderna & Jazz

Verso forme libere di rappresentazione

L'espressione Danza Moderna nasce nel XX secolo per definire un modo libero di interpretare la danza.
L'aggettivo "moderna" è usato in contrapposizione a Classica che identifica una danza legata al rigido rispetto di regole sostanziali e formali.
A scanso di equivoci, bisogna precisare che gli iniziatori della danza moderna sono nati comunque come ballerini di danza accademica.
In pratica, la danza moderna è una evoluzione stilistica e culturale verso forme libere di rappresentazione, affermatasi grazie ad avanguardie artistiche che possedevano due caratteristiche fondamentali: la preparazione tecnica e il coraggio di sfidare il sistema.

Senza il coraggio e la bravura dell'americana Isadora Duncan e del russo Serge de Diaghilev, alfieri della Danza Moderna, questa (probabilmente) non sarebbe mai nata.

Le teorie e le idee di Isadora Duncan contribuirono in maniera decisiva a frantumare le regole che ormai imbavagliavano la Danza.
Ecco i suoi principi fondamentali:
- Ballare a piedi nudi.
- Liberare il corpo dal tutù.
- Danzare senza uno schema precostituito.
- Trovare la fonte dell'ispirazione dentro se stessi e non nelle fredde nozioni dei maestri.
- Inventare moduli espressivi direttamente sulla scena e non negli esercizi alla sbarra.

Serge de Diaghilev invece veniva da una famiglia della nobiltà russa e aveva esordito nella composizione musicale. Lavorava alla direzione dei Teatri Imperiali ma il suo spirito innovatore e le sue originali idee sul balletto gli costarono il licenziamento.
Fu mandato a Parigi col compito di accreditare l'arte russa all'estero. Ma, anzichè proporre gli standard della scuola russa, apportò alle opere tutta una serie di modifiche e di impostazioni personali.
Diaghilev affidò le coreografie a Michel Fokine, il più grande innovatore dell'epoca, mentre si rivolgeva, per le scenografie, ai più grandi aritisti del momento: da Picasso a Braque, da Matisse a De Chirico.
Non sfuggì ai connazionali che Diaghilev rappresentava cose che non avevano nulla a che fare con i balletti ufficiali moscoviti.
Ma vivere a Parigi, al centro di fermenti artistici e culturali di tutti i tipi, era ben diverso che vegetare a Mosca. E Diaghilev, che già per sua natura era un rivoluzionario puro, non poteva trovare un contesto migliore per dare sfogo a tutta la sua forza espressiva.

Dopo Duncan e Diaghilev, le cose non furono più come prima. La loro opera determinò una svolta profonda e definitiva che aprì nuovi spazi e nuovi orizzonti alla danza che, da quel momento, diventò moderna.

E' chiaro che la Danza Classica ha prodotto e continuerà a produrre opere eccezionali ed artisti insuperabili. Ma in parallelo con il suo sviluppo e con le scuole di pensiero tradizionale, si è affermata, nel XX secolo la scuola della Danza Moderna.

La terminologia dei passi di danza è ancora un punto delicato, perché può variare in base alla nazione in cui ci si trova.
I diversi tipi di passi hanno origini molteplici; alcuni derivano da uno stile definito, altri sono creati da pedagogisti e/o coreografi, mentre parecchi nascono anche dalla strada.
Bisogna tener conto di queste differenze e considerare la questione in modo oggettivo per svolgere una ricerca e un'analisi scrupolose.
Vi sono numerose correnti che hanno influenzato la danza jazz in un momento o nell'altro della sua storia. Queste influenze provengono da elementi tipicamente culturali che vanno dalla cultura africana alla tradizione occidentale e, nel corso dell'evoluzione dei termini, derivano anche dalla tecnica della danza classica e dalle diverse correnti della danza moderna.

La Danza Moderna in Italia
Si è cominciata a conoscerla intorno agli anni ‘50-’60, con i primi programmi televisivi d’intrattenimento. Prime tra tutte a portare questo nuovo stile in Italia sono state Raffaella Carrà e Haeter Parisi.
Certamente ricordiamo il programma televisivo “Fantastico” che, con tutte le sue edizioni, ha portato sempre nuovi talenti alla ribalta, anno dopo anno.
A differenza della danza classica, la danza moderna si sviluppa e si evolve in maniera quasi vertiginosa.

Non tutti sanno che la danza moderna si divide essa stessa in diversi stili: dallo stile più forte, più d’impatto, più televisivo quale quello ‘jazz’, allo stile più romantico, più emozionale e passionale chiamato ‘lirical’.
Con la nuova educazione musicale, la danza moderna è oggi sempre più richiesta e preferita ad altri stili.
Ma va anche detto che, senza le basi che può dare la danza classica, è molto difficile affrontare lo stile moderno ad alti livelli.

Non esiste ballerino al mondo, di un certo livello e di qualsiasi stile che non abbia alle spalle lunghi anni di studio della danza classica.
Pubblicita' su Beautyfit - info e costiIl club BeautyfitPrivacyContattiAlterline communication - VeronaZAI - Borgo Roma - Santa Luciasan micheleborgo trieste - portoborgo veneziasan massimoborgo milano - stadioborgo trentoavesa - quinzano - paronaponte crencano - pindemontePonte catena - savalveronettacentro - san zenotutte in provinciatutte in citta'Canale sportCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale esteticaTorna all'homepageStoria della danzaDanza classicaFunk & hip hopLatini e caraibiciRock acrobaticoTangoDanza sportivaLiscio