Sport con la racchetta
Sei in Home > Canale Sport > Sport con la racchetta > Ping pong
Ping pong

Tennistavolo

Nato in Gran Bretagna, ma dominato dalla Cina...

Il Tennistavolo (o Ping pong) è uno degli sport più praticati al mondo: conta infatti circa 40 milioni di giocatori federati in tutto il mondo (nessun’altra federazione internazionale ne possiede tanti!) ed è una specialità olimpica dal 1988 (Olimpiadi di Seoul), nella quale si svolgono incontri sia femminili che maschili, in singoli o doppi.

Gli incontri di tennistavolo si svolgono su di un apposito tavolo liscio (con un po’ di fantasia si potrebbe definirlo una miniatura del campo da tennis…) suddiviso da una piccola rete che delimita la zona rispettiva di ciascun atleta.

Su questo tavolo, i giocatori devono colpire la pallina utilizzando la speciale racchetta da ping pong e fare in modo che essa rimbalzi nella metà campo dell’avversario così che gli risulti impossibile rinviarla nel modo corretto.

Poiché la pallina è molto leggera (mediamente pesa 2,5 grammi) e non vi devono essere alterazioni dovute a fattori ambientali, lo sport del tennistavolo deve essere praticato necessariamente in ambiente chiuso. Ogni incontro, inoltre, deve disporre di un'area di gioco di 15 metri di lunghezza e 7 metri di larghezza, transennata da pannelli lungo l'intero perimetro, e l'altezza del soffitto non può essere inferiore ai 5 metri.

Al centro dell'area di gioco è posto il tavolo in legno le cui dimensioni sono: lunghezza 275 cm, larghezza 152,5 cm e altezza 76 cm. Il piano del tavolo deve avere uno spessore compreso tra 16 e 24 mm e permettere un rimbalzo standard della pallina (22 cm quando lasciata cadere da un'altezza di 30 cm).

Il tavolo è suddiviso in due metà (dette campo) da una rete in nylon alta 15,25 cm e lunga 184 cm, la rete e i supporti sporgono su due lati lunghi per 15 cm ognuno.

L'illuminazione dell'area deve essere uniforme in tutta l'area di gioco e non può risultare inferiore ai 400 Lux. L'intera area di gioco deve essere schermata da fonti di luce esterne.

La pallina, di celluloide, deve possedere precise caratteristiche tecniche: diametro di 40 mm, peso compreso tra 2,4 e 2,55 gr. e deve essere perfettamente sferica. Il colore delle palline attualmente utilizzate nelle gare ufficiali è giallo opaco, in precedenza le palline erano di colore bianco.

I giocatori possono utilizzare racchette di qualsiasi materiale, senza limitazioni di forma e peso tranne lo spessore (non superiore a 8 mm). Le racchette possiedono il telaio di legno naturale. Le superfici che colpiscono la pallina possono essere ricoperte. La copertura del telaio costituita da un foglio di gomma naturale o telata, sia essa liscia o con puntini sporgenti, è definita "semplice". La copertura costituita da uno strato di gomma-spugna posta tra il telaio e il foglio di gomma (naturale o telata, liscia o puntinata) è definita "sandwich". Nelle competizioni le superfici di una racchetta devono essere di diverso colore, di solito sono utilizzati i colori rosso e nero.

Alterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costitutte in citta'centro - san zenoveronettaPonte catena - savalponte crencano - pindemonteavesa - quinzano - paronaborgo trentoborgo milano - stadiosan massimoborgo veneziaborgo trieste - portosan micheleZAI - Borgo Roma - Santa LuciaCanale sportCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale esteticaTennisSquashTamburelloBadmintonStoria degli sport con la racchettaTorna all'homepage