Sei in Home > Canale Sport > Eta' fisica e biologica
Eta' fisica e biologica
Ma tu che età hai? | Come lo sport mantiene giovani | Allenarsi da anziani

Come lo sport mantiene giovani

L'azione indiretta dello sport

1
2
3
Chi fa sport vive di più, perché protegge meglio la propria salute.

Un celebre studio dell'università di Harvard (poi ripreso in tutto il mondo e ormai universalmente accettato) su 17.000 allievi seguiti dal 1916 al 1950 ha mostrato come la curva di rischio cardiovascolare diminuisca all'aumentare dell'esercizio fisico praticato fino a raggiungere un minimo in corrispondenza delle 6-8 ore settimanali di allenamento.

Un altro importante studio derivato dal campione italiano del Seven Countries Study su soggetti dai 40 ai 59 anni ha rilevato che chi pratica un'intensa attività sportiva da almeno dieci anni ha un indice di rischio cardiovascolare uguale ai due terzi di chi la pratica moderatamente e a un terzo rispetto a un sedentario, riconfermando i risultati del campione di Harvard.

Tali studi (insieme a molti altri) dimostrano senza alcun dubbio che per il sedentario uomo moderno fare sport non è solo consigliabile, ma è necessario. Perché perdere anni interi della propria speranza di vita solo perché si ritiene che lo sport sia noioso o troppo faticoso?

Ecco qui sotto un elenco delle principali azioni indirette che lo sport esercita sull'organismo.

Obesità - L'obesità è ormai ufficialmente considerata dall'intera categoria medica come un vincolo che deve essere rimosso per una buona salute. In particolare, ci si deve chiedere (e ci si deve dare una risposta precisa) qual è il vero peso forma che minimizza i rischi per la nostra salute e ci garantisce la perfetta forma fisica; non basta seguire una sana dieta mediterranea e a quarant'anni accettare i chili in più come ineluttabile segno del tempo, per poter nascondere la propria pigrizia nell'affrontare il problema. Sicuramente lo sport aiuta a bruciare calorie e a combattere il sovrappeso (soprattutto dopo i trentacinque anni). Anche chi fa sport per puro divertimento, senza preoccuparsi di migliorare le proprie prestazioni controllando la massa grassa, ha sicuramente un beneficio in termini di controllo del peso. Occorre però ricordarsi che per bruciare molte calorie sono fattori ininfluenti:
a) l'intensità del gesto atletico; sollevare 100 kg di peso o correre i 100 m in 10" sono gesti atletici notevoli come qualità, ma caloricamente poco dispendiosi perché durano troppo poco.
b) la velocità con cui lo si esegue; è vero che se si fa sport "piano" si bruciano i grassi, ma ciò che conta è sempre e comunque la quantità di calorie bruciate. Occorre quindi prolungare l'attività fisica per un tempo sufficiante, e soprattutto evitare di reintrodurre dopo l'allenamento una quantità di calorie superiore a quelle bruciate.
c) l'acqua persa; c'è ancora chi corre supercoperto per sudare di più o chi è veramente convinto che la sauna faccia dimagrire. Il dimagrimento è solo temporaneo perché il corpo nel giro di qualche ora recupererà i liquidi persi innalzando lo stimolo della sete, ignorando il quale con feroce masochismo non si farebbe altro che compiere una grossolana sciocchezza.

Insomma, per bruciare calorie ciò che conta è la durata dello sforzo fisico: un esempio di cattiva strategia sportiva sono le ore in palestra passate vagando da un attrezzo all'altro con ampie pause con l'unico intento di giustificare un piatto di pasta in più con la presenza in un luogo sportivo.

1
2
3
altri sportSport estremisport sulle ruotesport con la racchettasport d'alta quotasport da combattimentoginnastica artisticaatleticadanzasport acquaticisport di squadracentri fitnessAlterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costiCanale sportCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale esteticaHomeStoria dello sportNutrizione per lo sportI benefici dello sportTecniche di allenamentoPost allenamentoTest funzionaliSport e bioritmiDoping: cosa c' da sapereRecord e statistiche negli sport