Sei in Home > Canale Sport > Test funzionali
Test funzionali

Valutazioni della forza

Test della forza dinamica

<<
1
2
3
4
In ambito sportivo, la valutazione della forza è indispensabile al fine di poter eseguire una corretta programmazione dell'allenamento. Poter stabilire " su misura " il più appropriato carico di lavoro, per ciascun atleta, è condizione indispensabile per un utile e proficuo lavoro di condizionamento muscolare.

Secondo l'indirizzo che avrà l'allenamento si prenderanno in considerazione i parametri più opportuni, ad esempio: per la corsa veloce (100 m) il tempo di percorrenza della distanza, per le gare di resistenza il VO2max, per il lavoro con il sovraccarico il massimo carico sollevabile almeno una volta, definito massimale.

Il massimale è un preciso riferimento della quantità di forza esprimibile da un determinato gruppo muscolare.

Tra i principali metodi di valutazione per la determinazione del carico massimale distinguiamo:

1. Salto verticale

Le prime applicazioni di questo test, ancora oggi sfruttate per la loro originaria facilità di applicazione ed economicità, avvennero per mezzo di Abalakov, da cui il nome del test. Esso consiste nel valutare l'elevazione (direttamente collegata alla forza esplosiva).
Si attua principalmente in 2 modi:
- applicando alla cintura del soggetto un nastro centimetrato che, scorrendo entro un'apposita fibbia, indica la differenza fra la misura di partenza e quella raggiunta per mezzo di un balzo in alto con stacco a due piedi da posizione statica. Questo appunto il metodo Abalakov.
- un’alternativa, sempre alla portata di tutti, è appendere al muro un tabellone graduato con le varie altezze (o segnalare i centimetri direttamente sul muro) far appoggiare ad esso un atleta che esegue i vari tipi di salto. A piedi uniti, gambe, braccia e mani completamente distese, l'esaminatore fa un segno in corrispondenza dell'altezza raggiunta dai polpastrelli dell'atleta quindi, flettendo le ginocchia, ma tenendo sempre i piedi uniti, l'atleta effettua uno slancio con braccia distese in alto, per toccare la parete con la punta delle dita che - precedentemente “sporcate” con polvere bianca - lasceranno un segno sulla parete. Infine si calcola la differenza tra i centimetri segnalati sul tabellone o muro dal tocco della mano dell’atleta in salto con i centimetri che riesce a toccare stando in piedi contro il muro con le braccia distese in alto e si ottiene l’elevazione.
In genere di questi test si eseguono 3 prove e si sceglie la migliore.
A seguire una piccola tabella di valutazione “da campo” di questo test denominato test di Sergeant:

Misura ottenuta Forza dinamica
Superiore a 80 cm Eccellente
Tra 50 e 80 cm Buona
Tra 40 e 50 cm Discreta
Inferiore a 40 cm Scarsa

Alcune osservazioni sulla validità di questo test. Tenendo conto che una piccola variazione nel protocollo crea grosse discordanze nei risultati - un facile esempio può essere mettere un braccio dietro la schiena, già questo annulla la validità del test - il test di Sergeant ha una correlazione di 0,93 (cioè molto alta), infatti nel 93% dei casi i risultati ottenuti la prima volta si ottengono in una seconda prova. Testando una popolazione di soli studenti universitari, Considine e Sullivan nel 1972 riscontrarono una correlazione del 0,99, mentre Latchew nel 1954 trovò una correlazione da 0,90 a 0,97 testando bambini. Questo indica che il test ha una stabilità molto alta ed è valido per molte popolazioni di persone. Ma attenti alla tecnica! Se ad esempio mettiamo il soggetto lateralmente anziché frontalmente e gli chiediamo di saltare otterremo risultati poco validi e attendibili, a meno che non facciamo questa scelta all’inizio e testiamo sempre in questo modo.

CALCOLO DELLA POTENZA
Per calcolare la potenza è necessario moltiplicare 2,21 per il peso del soggetto in kg. diviso la distanza saltata in metri. 2,21 è la costante basata sulla legge di caduta dei corpi, il risultato va convertito in watt, un watt= 0,102 kg*msec -1.

<<
1
2
3
4
altri sportSport estremisport sulle ruotesport con la racchettasport d'alta quotasport da combattimentoginnastica artisticaatleticadanzasport acquaticisport di squadracentri fitnessAlterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costiCanale sportCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale esteticaHomeStoria dello sportNutrizione per lo sportI benefici dello sportEtą fisica e biologicaTecniche di allenamentoPost allenamentoSport e bioritmiDoping: cosa c'Ź da sapereRecord e statistiche negli sport