Sei in Home > Canale Sport > Doping
Cose da sapere sul doping

Il doping

Una piaga che rovina lo spirito sportivo

Capita sempre più spesso che il mondo dello sport sia oscurato dalla notizia di un campione squalificato perché accusato di doping. Risultare positivi al test antidoping (o per usare il termine tecnico "non negativo") può segnare la fine di una carriera sportiva brillante e annullare anche gli ori più splendenti... ma soprattutto può causare patologie gravissime ed irreversibili ed in molti casi anche la morte.

L'utilizzo di farmaci per migliorare la prestazione sportiva, però, accompagna da sempre l'evoluzione dello sport moderno: si sono affinate le conoscenze, le tecnologie, le metodologie di preparazione tecnica... ma il fine rimane sempre quello di vincere, e spesso per riuscirci si va al di là d'ogni etica sportiva e si ignorano o sottovalutano i rischi per la salute dell'atleta.
Il fatto più preoccupante è che questo fenomeno - che in molti paesi si è sviluppato spesso anche con la collaborazione o quanto meno con l'indifferenza delle principali organizzazioni sportive - non riguardi più solo atleti d'alto livello, ma sempre più frequentemente le fasce amatoriali e giovanili.

Per contrastare questo grave problema si deve agire su più fronti: con efficaci deterrenti legali per colpire chi del doping fa un affare commerciale, con sempre più sofisticate tecnologie d'esame anti-doping, ma soprattutto con una capillare opera d'informazione sui rischi che tali pratiche comportano e un sempre più stretto controllo sulla salute degli atleti d'ogni categoria.

Ma cos’è esattamente il doping?
Il termine doping, di origine inglese, identifica la pratica di assumere sostanze chimiche o utilizzare metodi in grado di aumentare non naturalmente le prestazioni sportive, sia in gara che durante gli allenamenti, in assenza di precise indicazioni terapeutiche. Doping è anche la presenza di sostanze proibite nel corpo di uno sportivo o la conferma del loro uso o dell'utilizzo di procedure proibite.
Le cosiddette sostanze dopanti, insomma, sono una vera e propria violenza ai naturali processi vitali dell'organismo, ed è un eufemismo sostenere che sono nocivi alla salute psico-fisica dell'atleta...

Cosa dice la legge?
La legge antidoping n. 14/2000 dichiara punibile "Chiunque procura ad altri, somministra, assume o favorisce l’utilizzo di farmaci e sostanze dopanti o che siano dirette a modificare i risultati dei controlli sull’uso di tali farmaci o sostanze".
Le pene vanno dai 3 mesi ai 3 anni più una multa da 2.500 a 500.000 euro.

Per cui, se hai amici o conoscenti, che usano il doping per migliorare i risultati sportivi, aumentare le loro prestazioni o più semplicemente aumentare la massa muscolare da sfoggiare in palestra... fagli leggere questo articolo: forse non conosce esattamente tutti i rischi a cui va incontro, e forse avere qualche informazione in più lo convincerebbe a smettere.

altri sportSport estremisport sulle ruotesport con la racchettasport d'alta quotasport da combattimentoginnastica artisticaatleticadanzasport acquaticisport di squadracentri fitnessAlterline communication - VeronaContattiPrivacyIl club BeautyfitPubblicita' su Beautyfit - info e costiCanale sportCanale attrezzature tecnicheCanale alimentazioneCanale medicinaCanale esteticaHomeStoria dello sportNutrizione per lo sportI benefici dello sportEtą fisica e biologicaTecniche di allenamentoPost allenamentoTest funzionaliSport e bioritmiRecord e statistiche negli sport